Spazio di libera espressione

Lavorando a progetti personali e/o collettivi, nell’atelier si sperimentano arti visive – disegno, pittura, incisione, fotografia, illustrazione editoriale e/o digitale, animazione, cinema, oreficeria, arte tessile e plastica – e arti performative – musica, teatro, performance.

Uno spazio accessibile a tutti(ə), in cui si condivide la dimensione partecipativa della libertà espressiva, senza definizioni o canoni imposti.

L’atelier si rinnova continuamente, mettendo a disposizione degli artisti(3) un’ampia gamma di materiali e di strumentazione. Volta per volta cambia forma adattandosi alle peculiarità dei progetti artistico-editoriali promossi e seguiti dall’associazione.

Anima del progetto fin dall’inizio, l’Atelier è, infine, il principale testimone della comunità auto-educante che si sviluppa attraverso Ultrablu e che si manifesta quando ognuno(ə) mette direttamente “le mani in pasta”.